È rimasta giustamente famosa ed è quasi passata in proverbio la frase pronunciata da uno dei bravi nel minacciare don Abbondio, "questo matrimonio non s'ha da fare, né domani, né mai". 2.0 out of 5 stars I Promessi Sposi (Paola Pitagora) Reviewed in Italy on January 21, 2016. Lo sceneggiato reinterpreta il romanzo di Alessandro Manzoni (Milano, 1785-1873) avvalendosi di un cast di eccezione, di cui fanno parte, tra gli altri, Alberto Sordi, Burt Lancaster, Franco Nero e Dario Fo. Read more. I promessi sposi è uno sceneggiato televisivo prodotto dalla Rai e andato in onda per la prima volta nel 1967, basato sull'omonimo romanzo di Alessandro Manzoni e diretto da Sandro Bolchi, che ne scrisse la sceneggiatura insieme a Riccardo Bacchelli. I Promessi Sposi – Lo sceneggiato è una fedele trasposizione televisiva del romanzo di Manzoni. Poco dopo la messa in onda dello sceneggiato, nel gennaio 1990 Rai Uno ha trasmesso un'omonima produzione, dello stesso tipo di serialità ma a carattere parodistico, scritta, diretta e interpretata dal Trio (Tullio Solenghi, Anna Marchesini e Massimo Lopez). È stato realizzato 22 anni dopo lo sceneggiato televisivo I promessi sposi diretto da Sandro Bolchi. One person found this helpful. Il film vinse … Alcune immagini dello sceneggiato vennero incluse in un'edizione de I promessi sposi edita da Rai Eri e distribuita in esclusiva dai supermercati GS. I Promessi Sposi di Nocita del 1989 prodotto dalla RAI e suddiviso in cinque puntate possiamo definirlo un kolossal che ricostruisce l’Europa del ‘600 con l’ausilio di imponenti scenografie, 248 attori, diecimila comparse e duemila costumi ispirati alle opere fiamminghe, lombarde e spagnole del XVII secolo. Anche i due promessi sposi si danno del "voi" e lo stesso fa Lucia nei confronti della madre Agnese. La produzione, interna Rai con tecnica cinematografica, è stata realizzata dal CPTV di Milano. Per i ruoli di Renzo e Lucia furono scelti i giovani e poco conosciuti Nino Castelnuovo e Paola Pitagora, ai quali lo sceneggiato diede una vasta ed improvvisa notorietà, rappresentando un'importante tappa per la successiva carriera artistica. La produzione dello sceneggiato è costata 20 miliardi di lire; vi hanno preso parte 248 attori e 10.000 comparse, e sono stati indossati 2.000 costumi. La regia è di Salvatore Nocita. I promessi sposi è uno sceneggiato televisivo prodotto dalla Rai e andato in onda nel 1967, basato sul romanzo di Alessandro Manzoni. Bobo, c'è il regista Salvatore Nocita, un interista vero, che girerà a Mantova un pezzo dei Promessi sposi, sceneggiato tv, e ha pensato a te. Sono presenti qualche lieve inversione temporale e, ovviamente, omissioni di parti essenzialmente descrittive, quando la scena visiva parla da sé. I promessi sposi è uno sceneggiato televisivo prodotto dalla Rai e andato in onda nel 1967, basato sull'omonimo romanzo di Alessandro Manzoni e diretto da Sandro Bolchi, che ne scrisse la sceneggiatura insieme a Riccardo Bacchelli. Bruno Salerno - Romana Arcelli Beltrachini, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=I_promessi_sposi_(miniserie_televisiva_1967)&oldid=118109463, Miniserie televisive basate su I promessi sposi, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Nella sua prima messa in onda (novembre-dicembre 1989) lo sceneggiato è stato visto da una media di 14 milioni di spettatori. 'Promessi Sposi', cinquant'anni fa in onda sulla Rai: fu record di ascolti. Non mancarono degli interpreti d'eccezione come l'ex calciatore Roberto Boninsegna nel ruolo di un monatto, il giornalista Oliviero Beha in quello di un commissario di sanità durante l'epidemia di peste, e la cantante Wilma De Angelis come governante dell'Azzeccagarbugli. Descrizione. Il monatto, quello che carica gli appestati sul carretto. Poiché il testo originale è scritto con la tecnica del narratore esterno, l'opera televisiva adotta una voce fuori campo (Giancarlo Sbragia, praticamente interprete del Manzoni stesso) che, leggendo per lo più il testo originale, introduce e spiega l'azione dei personaggi e, di pari passo col testo, ne approfondisce il contesto storico. This is "i Promessi sposi 2/8" by margrant on Vimeo, the home for high quality videos and the people who love them. E perché non lo fai tu? I promessi sposi è una miniserie televisiva prodotta dalla Rai nel 1989, tratta dall’omonimo romanzo di Alessandro Manzoni. L'incipit del romanzo, che si sente all'inizio della prima puntata, è recitato da Pietro Biondi. Per esempio: Nella stesura finale del romanzo la scena del sagrato non è presente e Don Rodrigo viene descritto per l'ultima volta mentre è morente sul suo letto nel lazzaretto. I promessi sposi è uno sceneggiato televisivo prodotto dalla Rai e andato in onda nel 1967, basato sull'omonimo romanzo di Alessandro Manzoni e diretto da Sandro Bolchi, che ne scrisse la sceneggiatura insieme a Riccardo Bacchelli. Alcune sequenze sono state girate a Villa Cicogna Mozzoni, a Bisuschio. Questo sia nei dialoghi che non rispecchiano il testo di Manzoni (mentre nello sceneggiato precedente i dialoghi e i commenti sono la trasposizione esatta delle parole del romanzo), sia nello svolgersi degli eventi in quanto nello sceneggiato sono presenti delle scene che sono tratte dalla prima stesura del romanzo, il Fermo e Lucia. È stato uno degli sceneggiati RAI di maggior successo in termini di ascolti e di critica, anche per l'estrema fedeltà al testo letterario cui è ispirato. I PROMESSI SPOSI (1967) 18 maggio 2017 I Promessi sposi sono un romanzo storico ambientato nella Lombardia del 1628-1630, che ha per protagonisti i giovani Renzo Tramaglino e Lucia Mondella il cui matrimonio viene impedito dal signorotto del loro paese, don Rodrigo, a causa di una futile scommessa col cugino Attilio. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 21 gen 2021 alle 05:03. [senza fonte] Il cast include grandi attori di teatro come Salvo Randone, Luigi Vannucchi e Tino Carraro, e star del cinema come Massimo Girotti e Lea Massari. Nella sua prima messa in onda (novembre-dicembre 1989) lo sceneggiato è stato visto da una media di 14 milioni di spettatori. Tra gli altri interpreti, Giampiero Albertini (Nibbio), Gary Cady (Don Rodrigo), Mathieu Carrière (conte Attilio), Pierluigi Misasi (Griso), Gordon Mitchell (Don Gonzalo), Renzo Montagnani (Don Ferrante), Rosalina Neri (Perpetua), Jenny Seagrove (Gertrude, la Monaca di Monza), Gisela Stein (Agnese), Elisabetta Coraini, Mareike Carrière. Il film vinse il Telegatto 1990 come migliore trasmissione della stagione. Fedele trasposizione televisiva del romanzo di Manzoni, la trama segue il testo letterario in modo piuttosto preciso tanto nello svolgimento quanto nei dialoghi, che sono in larga parte la testuale recitazione dei discorsi diretti presenti nel romanzo. Perché io sono alto, bello e biondo. I risultati di ascolto sono abbastanza simili. Poco dopo la messa in onda dello sceneggiato, nel gennaio 1990 Rai Uno ha trasmesso un'omonima produzione, dello stesso tipo di serialità ma a carattere parodistico, scritta, diretta e interpretata dal Trio (Tullio Solenghi, Anna Marchesini e Massimo Lopez). Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 20 gen 2021 alle 14:23. Accanto ai due protagonisti, i giovani Danny Quinn e Delphine Forest, furono chiamati nelle parti di contorno attori di fama come Alberto Sordi (don Abbondio), Burt Lancaster (il cardinale Federico Borromeo), Franco Nero (fra Cristoforo), Fernando Rey (il conte zio), Helmut Berger (Egidio), Murray Abraham (L'Innominato), Dario Fo (Azzeccagarbugli), Valentina Cortese (donna Prassede) e Walter Chiari (Tonio). ... di essere tornato ragazzo quando invece di "studiare" sul libro risposi alle interrogazioni in base alla visione dello sceneggiato. With Nino Castelnuovo, Giancarlo Sbragia, Paola Pitagora, Lilla Brignone. Ventidue anni dopo il primo sceneggiato televisivo, la RAI ritorna con una miniserie televisiva sempre dei Promessi Sposi. Caratteristica rilevante di questo adattamento è di essere meno fedele alla versione definitiva. Tuttavia durante il loro viaggio troveranno varie persone disposte ad aiutarli, da fra Cristoforo all'Innominato (prima crudele e poi convertitosi), da Federigo Borromeo a donna Prassede. Anche per l'edizione del … Ambientato tra il 1629 e il 1631, l'adattamento narra la storia di Renzo Tramaglino e Lucia Mondella, popolani lombardi costretti a separarsi e a sopportare mille peripezie a causa delle prepotenze del signorotto Don Rodrigo. Che parte dovrei fare, Giacinto? È stato realizzato 22 anni dopo lo sceneggiato televisivo I promessi sposi diretto da Sandro Bolchi.. Nella sua prima messa in onda (novembre-dicembre 1989) lo sceneggiato è stato visto da una media di 14 milioni di spettatori.. Il cast. Infatti la trama segue il testo letterario in modo piuttosto preciso; tanto nello svolgimento quanto nei dialoghi. Il filmato appartiene allo sceneggiato televisivo dedicato al romanzo I promessi sposi di Alessandro Manzoni, diretto da Salvatore Nocita nel 1989.Lo sceneggiato reinterpreta il romanzo avvalendosi di un cast d’eccezione, di cui fanno parte, tra gli altri, Alberto Sordi, Burt Lancaster, Franco Nero e Dario Fo. Ogni puntata è preceduta da un'introduzione letta da Giancarlo Sbragia, che è anche il narratore. È stata una delle fiction Rai di maggior successo in termini di pubblico e di critica, anche per lestrema fedeltà al testo letterario, che è ispirato. 5,0 su 5 stelle 1. La storia di Renzo Tramaglino e Lucia Mondella, popolani lombardi promessi sposi, costretti a sopportare le angherie e i capricci di Don Rodrigo, malvagio signorotto locale. Uno di questi ce lo dà RaiPlay, la celebre miniserie sui Promessi sposi del 1989 di Salvatore Nocita, il secondo adattamento del romanzo targato Rai (prima c’era stato lo sceneggiato del 1967 di Sandro Bolchi, con Nino Castelnuovo e Paola Pitagora). Siamo in un’epoca televisiva totalmente diversa, quella del “sistema misto”, cioè tv pubbliche e private, ormai compiuto. I Promessi Sposi, la trasposizione televisiva del romanzo di Manzoni. 1967 I Promessi Sposi di Sandro Bolchi La prima serie TV con Nino Castelnuovo Nel 1967 Sandro Bolchi realizza uno sceneggiato televisivo prodotto dalla RAI in otto puntate. I promessi sposi è uno sceneggiato televisivo prodotto dalla Rai e andato in onda nel 1967, basato sullomonimo il romanzo di Alessandro Manzoni e diretto da Sandro Bolchi, che ha scritto la sceneggiatura di Riccardo Bacchelli. Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull'uso delle fonti . I promessi sposi è uno sceneggiato televisivo prodotto dalla RAI e andato in onda nel 1967, basato sull’omonimo romanzo di Alessandro Manzoni e diretto da Sandro Bolchi, che ne scrisse la sceneggiatura insieme a Riccardo Bacchelli. Otto puntate del grande sceneggiato tratto dal romanzo di Alessandro Manzoni La scelta degli attori fu particolarmente accurata, sicché ognuno di essi appare perfettamente adeguato al ruolo che interpreta, tanto nell'aspetto fisico quanto nello stile di recitazione. DVD I PROMESSI SPOSI IL TRIO 1 E 2 PARTE. L’unità audiovisiva propone una parte del XXXVI capitolo de I promessi sposi (1827), nella riduzione televisiva diretta da Salvatore Nocita e prodotta dalla Rai nel 1989. I promessi sposi (miniserie televisiva 1990), https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=I_promessi_sposi_(miniserie_televisiva_1989)&oldid=118123602, Miniserie televisive basate su I promessi sposi, Errori di compilazione del template Interprogetto - template vuoto, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Anche per l'edizione del 1989 ci fu, come nel 1967, un cast di prim'ordine. I promessi sposi è una miniserie televisiva prodotta dalla Rai nel 1989, tratta dall'omonimo romanzo di Alessandro Manzoni. I promessi sposi è uno sceneggiato televisivo prodotto dalla RAI e andato in onda nel 1967, basato sull'omonimo romanzo di Alessandro Manzoni. I promessi sposi (sceneggiato televisivo 1989) Questa voce o sezione sull'argomento fiction televisive non cita alcuna fonte o le fonti presenti sono insufficienti .