Il genere della letteratura sportiva. Ha conosciuto civiltà predisposte all’attività fisica e alla sua spettacolarizzazione e civiltà che lo … Lo sport ai tempi del nazismo. Ha vinto ben 59 prove nel Grande Slam ed è l ‘unica al mondo ad aver primeggiato in tutte le specialità del torneo: un talento da vera fuoriclasse. Sport e fascismo: riassunto sul senso dello sport sotto il fascismo, lo studio del fenomeno, il quadro storico e sociale, il fascismo al potere, la costruzione degli stadi e lo sport … novembre 7, 2017. Lo sport è nato e cresciuto con l’essere umano, sotto forma di danza propiziatoria, di rito sacro o di movimento atletico ai fini della caccia o della sopravvivenza. Molti degli sport e dei giochi di oggi erano già praticati dagli antichi Egizi. Inserita nella International Tennis Hall of Fame nel 2000, detiene record assoluti, sia a livello femminile sia maschile. CULTURA STORICA. Sport e letteratura nella storia. E il calcio è forse lo sport più popolare e importante per una nazione. L’articolo ripercorre il rapporto fra il regime nazista e lo sport, dalle Olimpiadi del 1936 alla pratica delle attività agonistiche nei lager, dove assunsero aspetti disumani di crudeltà e tortura. STORIA E STORIE DELLO SPORT Pur se la competizione agonistica incentrata sulla bravura atletica trova ampio sviluppo sin dalla Grecia antica, lo sport nella forma in cui lo conosciamo oggi è una felice creazione della borghesia ottocentesca e un momento di sintesi ed equilibrio tra le moderne ideologie razionalistiche e le spinte arcaiche. Breve storia dello sport. Nell’antica Roma lo sport era molto praticato e diffuso. A proposito di Olimpiadi, le prime ufficiali si svolsero in Grecia nella città di Olimpia, una tradizione che si ripete ogni quattro anni in diversi Paesi del mondo, con la presenza ormai di quasi tutte le discipline sportive, calcio compreso. Nel 1925 il Fascismo divenne una dittatura consolidata. L'identificazione dello sport come attività che coinvolga le abilità umane basilari fisiche e mentali ― esercitandole con costanza per migliorare ed usarle in maniera più proficua ― permette di tracciarne un collegamento storico con lo sviluppo dell'intelligenza umana. Questi farmaci venivano assorbiti dagli atleti come fossero caramelle , le dosi, spesso, non venivano nemmeno testate sugli animali. Lo sport oggi è donna, ma la battaglia è ancora lunga Dalle origini al Rinascimento. La concezione dello sport che avevano i Romani era però completamente differente da quella dei Greci. L'AVVENTO DEL FASCISMO Nell'ottobre 1922, Mussolini con la marcia su Roma avvio' la conquista del potere in Italia. Lo sport e l'educazione fisica furono elementi fondamentali nella concezione politica fascista. «La differenza fra noi e tutti gli altri dopati nella storia dello sport è che gli altri hanno scelto di doparsi, noi no» disse Uwe Tromer, ciclista tedesco di quegli anni.